FAQ

Indice

Quali sono i principi alla base di Edo?

Gli alimenti possono fare male?

Per definizione un alimento deve essere sicuro, nutriente in modo da soddisfare le esigenze dietetiche e accessibile. Al giorno d’oggi siamo portati a credere che i prodotti alimentari, soprattutto quelli prodotti a livello industriale, siano dannosi per la nostra salute. In effetti sostanze come grassi idrogenati, additivi, acrilammide, possono realmente crearci qualche problema. Tuttavia è bene considerare che i concetti di “fare bene” o “fare male” sono relativi: molto dipende dalle quantità. Di certo è noto che una dieta troppo abbondante in alimenti grassi o zuccherati possa portare a problemi di salute, ma, estremizzando, anche un’introduzione molto elevata di vitamine potrebbe portare ad ipervitaminosi. “È la dose che fa il veleno” diceva Paracelso: se un alimento è in grado di fare male, in buona parte dipende anche da noi!

I nutrienti sono tutti uguali?

Si e no. Si, perché il nostro corpo ha bisogno di ognuno di essi per poter funzionare al massimo delle sue possibilità. Quindi anche grassi saturi, colesterolo e zuccheri, spesso additati come negativi, hanno il loro fabbisogno che quotidianamente va soddisfatto. No, perché ciascun nutriente è diverso dagli altri per le sue caratteristiche, le funzioni che svolge nel corpo, le calorie che apporta. Il fabbisogno di ogni nutriente è, quindi, diverso e specifico: ad esempio il fabbisogno giornaliero dei carboidrati è più grande di quello dei grassi saturi. Tutti questi aspetti sono tenuti in considerazione della formulazione dell’indice Edo.

A chi si rivolge Edo?

Edo è un’applicazione pensata per tutti. Quotidianamente dobbiamo confrontarci con una grandissima quantità di informazioni che riguardano gli alimenti. Informazioni che non sempre sono ben chiare, anzi a volte addirittura fuorvianti o ingannevoli. L’idea di Edo è proprio quella di semplificare e riassumere queste informazioni rendendole alla portata di tutti: in questo modo sarà possibile scegliere più consapevolmente quello che arriva sulle nostre tavole.

Perché usare Edo?

Sempre più spesso si sente parlare di alimentazione sana ed equilibrata. I principi di una corretta alimentazione sono ormai conosciuti da tutti. Il problema resta il riuscire ad applicarli. Edo, semplice ed immediato, è un aiuto quotidiano per guidare le nostre scelte e abitudini alimentari nella giusta direzione. Il primo passo verso uno stile di vita sano.

Qual è l’obiettivo di Edo?

Il progetto Edo nasce nell’ottica di promuovere una sana e corretta alimentazione. Edo è un ecosistema in cui il consumatore è accompagnato nelle scelte quotidiane che riguardano la sua alimentazione. Vogliamo fare chiarezza nel marasma di informazioni che ci circondano e che spesso possono essere fuorvianti o, nel peggiore dei casi, ingannevoli. Sappiamo bene quanto sia difficile raggiungere e mantenere un corretto stile di vita. Il poco tempo che si ha a disposizione, la pubblicità che ci fa propendere per alcuni prodotti piuttosto che altri, la comodità dei prodotti già pronti, tutto questo ci allontana sempre di più dalla giusta direzione.

Cos’è il numero che compare, relativo ad ogni prodotto?

È un indicatore, un indice di compatibilità, semplice e riassuntivo. Un punteggio che permette di capire quanto uno specifico alimento è adatto o meno alla nostra condizione fisiologica, diversa da individuo a individuo e influenzata da molti fattori, primi tra tutti sesso ed età. I punteggi che i prodotti possono riportare variano tra 0 e 10: un indice Edo pari a 0 indica un prodotto per nulla compatibile con le condizioni dell’utente che sta usando l’applicazione, meglio limitarne le quantità e il consumo al meno possibile. Più si sale verso il 10, più la compatibilità aumenta. L’indice di compatibilità riassume tutte le informazioni presenti sulle etichette rendendole più facilmente comprensibili. Questo permette di scegliere con maggiore attenzione e consapevolezza gli alimenti che compongono la nostra alimentazione quotidiana.

Come viene calcolato il punteggio?

L’indice Edo è il risultato della valutazione combinata dei valori nutrizionali e degli ingredienti che caratterizzano un prodotto. I dati nutrizionali sono valutati in relazione ai nostri fabbisogni quotidiani, mentre per gli ingredienti si considerano caratteristiche di composizione e i più recenti studi degli effetti sul corpo umano e sulla salute. Stesso si dica per gli additivi. Nel calcolo del punteggio si tiene conto anche della porzione di quel dato alimento. Di solito siamo abituati a ricevere informazioni su un prodotto relative a 100 grammi, ma considerando la porzione si ci avvicina di più a quello che realmente e realisticamente riusciamo a mangiare. Le porzioni possono essere dichiarate in etichetta o essere considerate come porzioni standard in accordo con le indicazioni della SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana).

È possibile personalizzare i risultati?

Nella versione dell’app attualmente fruibile, i punteggi hanno un primo livello di personalizzazione, infatti tengono in considerazione l’età e il sesso dell’utente. Al momento del login vengono richieste queste due informazioni, fondamentali per Edo per calcolare il punteggio di ogni prodotto. Sesso ed età sono due parametri importanti nell’influenzare i fabbisogni di ciascuno di noi. Basandoci su di essi è possibile differenziare i fabbisogni calorici e di nutrienti e adattare i punteggi al tipo di utente che utilizza l’applicazione.

Valutare i prodotti equivale a formulare una dieta o un regime alimentare?

No. Ciò che Edo si propone di fare è fornire al consumatore uno strumento che racchiuda tutte le informazioni presentate nelle etichette dei prodotti alimentari, riassumendole e rendendole più comprensibili anche a persone “non addette ai lavori”. Aiutare a scegliere gli alimenti in maniera più consapevole può, senza dubbio, favorire il raggiungimento di un corretto stile alimentare e, in tal senso, Edo può rappresentare un valido supporto anche nell’ambito della dietistica e della nutrizionistica.

C’è differenza nella valutazione dei prodotti per uomo e donna?

Certamente. Partendo dal presupposto che la valutazione di Edo è un indice di compatibilità è normale che uno stesso prodotto abbia una differente valutazione in relazione al soggetto che si sta considerando. Le donne hanno fabbisogni differenti rispetto a ciascun nutriente e, in genere, inferiori rispetto agli uomini. Questo ha la sua influenza sul punteggio finale del prodotto. Il sesso non è l’unico elemento che determina questa differenza nei fabbisogni, ma anche l’età, il livello di attività fisica, particolari condizioni fisiologiche o la presenza di stati patologici.

Di quali dati necessita Edo per la valutazione?

I dati su cui l’indice Edo viene calcolato sono i valori nutrizionali e la lista degli ingredienti e additivi che si possono recuperare dalle etichette apposte su ogni singolo prodotto alimentare. Altri dati fondamentali sono i fabbisogni dei diversi nutrienti forniti da istituti nazionali, in particolare la SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana), e informazioni relative agli utenti che utilizzano l’applicazione (sesso ed età).

Dove recuperiamo i dati necessari per la valutazione?

Come farebbe un qualsiasi consumatore, ci affidiamo alle informazioni presenti sulle etichette apposte sui prodotti in commercio. Sono, quindi, dati alla portata di tutti e pubblici. Più è ricca di informazioni l’etichetta, più dati Edo può utilizzare per una valutazione. Con l’entrata in vigore della nuova normativa in materia di etichettatura, è diventato obbligatorio per le aziende produttrici l’apposizione in etichetta della tabella nutrizionale. Energia, proteine, carboidrati (di cui zuccheri), grassi (di cui saturi) e sale/sodio sono i dati che necessariamente saranno presenti sulle confezioni dei diversi prodotti. Ovviamente, i produttori possono scegliere di allungare questa lista e rendere note molte altre caratteristiche importanti e specifiche del prodotto, tra cui la composizione in vitamine e minerali. Edo tiene in considerazione la “virtuosità” e la trasparenza dei produttori che vogliono comunicare anche queste ulteriori informazioni al consumatore, che a volte possono essere peculiari per un prodotto. Per esempio, il caso della frutta secca. La frutta secca è notoriamente ricca di grassi ma per la maggior parte si tratta di grassi polinsaturi, conosciuti come “grassi buoni”. In etichetta non vi è alcun obbligo di dichiarare la quantità di polinsaturi presenti, ma, come si può ben capire, è un dato importante per caratterizzare il prodotto.

La valutazione di un prodotto può cambiare nel tempo?

Si è possibile. Sia perché possono esserci degli aggiornamenti riguardanti il prodotto, come cambi di ricetta oppure nuove analisi condotte dai produttori che mettano in luce variazioni nei valori nutrizionali da riportare in etichetta, ma soprattutto in relazione a nuovi studi scientifici che dimostrano o smentiscono eventuali possibili effetti di additivi e ingredienti particolari sulla salute.

Perchè due prodotti uguali possono avere punteggio diverso?

Le etichette alimentari sono tutt’altro che statiche. Il loro aggiornamento è continuo e costante: nuove analisi sul prodotto che modificano anche in minima parte i valori nutrizionali, variazioni nelle ricette, aggiunta o sostituzione di uno o più ingredienti. Tutte queste situazioni possono influenzare i dati dichiarati in etichetta e influenzare il punteggio finale. Il team di Edo è sempre al lavoro per aggiornare costantemente i dati all’interno del database, limitando al minimo questa discrepanza tra punteggi dello stesso prodotto.

Come funziona Edo?

Perché devo registrarmi?

La registrazione è necessaria ai fini dell’utilizzo dell’app. I dati relativi al sesso e all’età sono fondamentali, come è stato detto più volte, per la formulazione del punteggio. Registrarsi consente anche di utilizzare molte funzionalità dell’app come il salvataggio dei preferiti e delle impostazioni di base. Nel caso in cui l’utente cambi dispositivo, entrando con la sua username e password personale ritroverà il suo profilo e i prodotti salvati nella lista dei preferiti.

Registrazione con FB o normale, che differenza c’è?

Non esiste alcuna differenza tra queste due modalità di registrazione. Edo utilizza Facebook soltanto come mezzo di autenticazione per la creazione dell’account personale all’interno del nostro database. Lo stesso principio che vale anche per la registrazione classica, ossia quella mediante inserimento di mail e password personale. Dopo aver fatto login, quindi dopo che si è eseguito l’accesso, Edo non comunicherà più con Facebook fino ad una eventuale successiva procedura di logout-login.

Quali prodotti posso trovare in Edo?

Potenzialmente tutti quelli che siamo abituati a trovare tra gli scaffali dei supermercati. Quindi tutti i prodotti la cui etichetta riporti un codice di identificazione univoco (EAN), valori nutrizionali e ingredienti.

Come cercare i prodotti?

Con Edo è possibile ricercare i prodotti in due diverse modalità. La ricerca manuale, nella quale si digita il nome di un prodotto e la ricerca tramite scan. Questo, se vogliamo, è il modo più diretto di utilizzare Edo: tramite lo scan è possibile rilevare il codice a barre presente sulla confezione e accedere alla scheda prodotto. Farlo è semplice, basta inquadrare il codice a barre con la fotocamera che si aprirà in automatico all’interno dell’app.

E se il prodotto che ho scansionato non c’è?

I prodotti presenti sul mercato sono tantissimi ed è possibile che qualcuno non sia presente nel nostro database. Ma non disperare! Puoi inviarci le foto del prodotto non presente, tramite una semplicissima procedura. Il nostro team provvederà nel più breve tempo possibile ad analizzare il prodotto e ad avvisarti con una notifica quando il prodotto sarà stato valutato.

Quanto tempo ci vuole per analizzare un prodotto inviato?

Il team di Edo è costantemente al lavoro per aggiornare la lista di prodotti presenti nel database, in modo da consentire agli utenti di visualizzare sempre più nuove schede prodotto. Purtroppo (ma per noi è una fortuna!) i prodotti che gli utenti inviano dai loro smartphone quotidianamente sono tantissimi. Noi ci impegniamo al massimo per inserirli tutti nel più breve tempo possibile ma potrebbe capitare che ci sia un’attesa anche di qualche settimana. Quando il prodotto che avete cercato e non trovato è stato inserito e analizzato, arriverà sul vostro cellulare una notifica di avviso.

Cosa vuol dire N.D.?

A volte nelle schede prodotto, non si ritrova il punteggio ma una scritta N.D. Questa sigla indica che Edo non ha potuto assegnare un punteggio al prodotto per diversi motivi. Uno è sicuramente la mancata presenza dei valori nutrizionali di base, che per legge devono essere presenti nelle etichette. In questi casi, Edo non ha a disposizione dati sufficienti per definire il punteggio. Ci sono, poi, specifiche categorie di prodotti tra cui il sale, il caffè, il thè, in cui l’apporto calorico e di nutrienti è talmente irrisorio da non rendere necessaria la valutazione mediante un punteggio. Ma questo non vuol dire che dobbiamo abusarne, ricordiamo che il caffè e il thè contengono caffeina e che il sale contiene sodio!

Pro e contro del prodotto

Mettono in luce aspetti positivi e negativi. In poche parole, spiegano le caratteristiche salienti del prodotto, che sfuggono ad una lettura rapida dell’etichetta, come solitamente siamo abituati a fare al supermercato. O semplicemente possono essere dei flash su curiosità del mondo alimentare. Nella pratica, i pro e contro completano e approfondiscono il punteggio, per cui…buona lettura!

In base a cosa vengono formulati i pro e contro?

I pro e contro sono un supporto fondamentale per il punteggio, in quanto descrivono le caratteristiche positive e negative del prodotto che si sta considerando. Molti riferimenti, sia nazionali che internazionali, tra cui studi e testi di legge, hanno permesso di identificare delle soglie minime e massime superate le quali è possibile considerare un prodotto con una quantità eccessiva o minima dei diversi nutrienti. Facciamo un esempio: in base a quanto stabilito dal Regolamento 1924 del 2006, un prodotto può essere definito a “basso contenuto di sodio” se contiene non più di 0,12 g di sodio per 100 g.

Quali sono le fonti ufficiali da cui Edo si informa?

• la SINU, Società Italiana di Nutrizione Umana, che fornisce le informazioni riguardo i fabbisogni e le indicazioni sulle porzioni standard;
• l’INRAN (ora divenuto CRA, Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura) e il Ministero della Salute con le loro linee guida per una corretta e sana alimentazione;
• l’EFSA, l’ente europeo che si occupa di ricerca nel settore alimentare e che fornisce frequentemente report e pareri su nuovi prodotti o nuovi studi, in particolar modo sugli additivi.
Esiste, poi, tutta una documentazione di leggi, sia nazionali che europee, a cui costantemente ci rapportiamo e che fa da cornice a tutte le nostre attività.

Come sono selezionate le alternative?

In base al punteggio che ogni prodotto riceve. In relazione ad un particolare prodotto scansionato, Edo ti mostrerà prodotti simili con punteggi superiori così da indirizzare le tue abitudini alimentari verso una direzione di maggiore salubrità.

Che cos’è il grafico nella terza schermata?

Il grafico circolare presente nella terza schermata della scheda prodotto è una rivisitazione della classica tabella nutrizionale. In questa troviamo la composizione del prodotto relativa, di solito, ai 100 g o ml. Al centro di un cerchio sono riportate le calorie relative alla porzione dell’alimento. Il cerchio, poi, si compone di 3 sezioni, colorate diversamente, che indicano in percentuale da quali nutrienti (proteine, carboidrati, grassi) arrivano quelle calorie. Quindi non è un semplice grafico di composizione e grazie a questo possiamo capire se l’energia del prodotto deriva principalmente dai grassi oppure dagli altri nutrienti.

Perché la porzione è importante?

Una porzione è considerata come una quantità standard di un alimento, in grammi o in millilitri, cioè come un’unità di misura nell’ambito di una dieta corretta ed equilibrata. Le porzioni che Edo utilizza sono, generalmente, quelle dichiarate sulle etichette dai produttori. Nel caso queste siano assenti consideriamo porzioni standard definite dalla SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana) per specifici gruppi o tipologie di alimenti. In ogni caso la porzione deve essere una quantità di dimensioni ragionevoli in relazione anche alla tipologia di alimento che si sta considerando.

E’ possibile condividere con i miei amici le informazioni che trovo in Edo?

Certo. Nella scheda del prodotto è presente un pulsante dedicato allo share, grazie al quale è possibile far sapere a tutti i tuoi amici il punteggio del tuo prodotto preferito e non solo. Puoi condividere la scheda del prodotto sia su Facebook che su Twitter. In questo modo farai conoscere Edo a tutti e aiuterai i tuoi amici a sapere ciò che mangiano.

Come vengono gestite allergie e intolleranze?

Sono celiaco, come mi aiuta Edo?

La celiachia è una malattia autoimmune che si sta rapidamente diffondendo nella popolazione italiana e mondiale. Oggi si conosce molto di questa patologia e affrontarla non è più così problematico come una volta. Ma, come per tutti i consumatori, anche per i celiaci non esiste uno strumento adeguato per aiutare nella scelta quotidiana degli alimenti da portare in tavola. L’obiettivo di Edo è proprio questo: essere uno strumento utile e sempre a portata di mano per scegliere consapevolmente ciò che si mangia. Nella schermata di ogni prodotto, oltre al punteggio, è presente anche un bollino normalmente colorato di grigio che diventa verde quando il prodotto è dichiarato senza glutine dal produttore o presenta in etichetta il marchio Spiga Barrata.

Sono intollerante al lattosio, come mi aiuta Edo?

L’intolleranza al lattosio, zucchero tipicamente presente nel latte, è una delle più diffuse al mondo. Sempre più persone scoprono di maldigerire questo zucchero e hanno bisogno di una guida nella scelta di alimenti che non ne contengano. Il primo passo di Edo è quello di segnalare nella scheda del prodotto, con un bollino dedicato, quando il produttore ha dichiarato l’alimento privo di lattosio.

Curiosità

Perchè negli alcolici non ci sono informazioni nutrizionali?

Le bevande alcoliche sono esentate dal fornire in etichetta le informazioni nutrizionali, mentre i produttori devono necessariamente indicare il titolo alcolimetrico, ovvero la percentuale di alcol presente nella bevanda. Per la valutazione di questa categoria di prodotti, Edo tiene conto di questo dato e dell’eventuale presenza di ingredienti particolari (come zuccheri) oppure di additivi (vedi solfiti).

Il punteggio può essere assegnato ad integratori e sostituti dei pasti?

Come tutti i prodotti, anche queste particolari categorie di prodotti sono dotati di etichetta, quindi ingredienti e valori nutrizionali. Ma, per il momento, Edo ha deciso di escluderli dalla sua valutazione. Questo perchè si tratta di prodotti con formulazioni specifiche, ad hoc per supportare il corpo in particolari stati, come carenze specifiche di nutrienti oppure durante diete ipocaloriche. È inevitabile che prodotti del genere non possano essere valutati con gli stessi parametri dei prodotti che normalmente possiamo ritrovare al supermercato, sia sotto il profilo nutrizionale che dal punto di vista dell’utilizzo a cui sono destinati.

Edo e il mondo alimentare

L’attività di Edo si colloca esattamente a metà strada tra le aziende produttrici e i consumatori. L’obiettivo di Edo è, come è stato detto più volte, quello di essere per il consumatore uno strumento rapido e di facile utilizzo, che lo guidi nelle scelte alimentari di tutti i giorni. Nell’ottica di fornire al consumatore tutte le informazioni di cui ha bisogno per effettuare questa scelta, Edo è aperto alla collaborazione con aziende e altre associazioni. Spesso le confezioni dei prodotti sono troppo piccole per contenere tutte le informazioni che le aziende o altri enti vorrebbero comunicare. Ecco che le aziende o le associazioni dei consumatori possono comunicare con noi di Edo e fornire loro queste informazioni aggiuntive certificate da far arrivare al consumatore. Basti pensare alla comunicazione in tempo reale delle informazioni che riguardano la presenza/assenza di allergeni (ad esempio, prodotti gluten free) e altre sostanze particolari.


Se la domanda che cerchi non è tra le seguenti FAQ, scrivici a info@edoapp.it